Quale assicurazione occorre al medico libero professionista?

0 Comments
assicurazione-rc-medico-libero-professionista

La professione medica richiede, come moltissime altre professioni, di stipulare una polizza assicurativa contro gli eventuali danni che il medico in questione potrebbe arrecare nello svolgimento della sua professione.

Che si tratti di un medico appena iscritto all’albo o di un dottore che inizia a cooperare per la prima volta con una struttura pubblica o privata, è obbligatorio per legge essere provvisti di adeguata assicurazione prima ancora che venga iniziato l’esercizio vero e proprio, come sottoscritto all’interno del Decreto Gelli.

Tale decreto prevede, infatti, l’obbligo di sottoscrivere una polizza assicurativa per tutte le figure operanti nel settore medico sanitario come avviene per moltissime altre figure professionali.

Ma quale assicurazione occorre al medico che intende esercitare la sua professione come libero professionista? Scopriamolo insieme.

 

Assicurazione RC professionale medico: cos’è?

L’Assicurazione RC professionale medico è una polizza assicurativa rivolta a chiunque eserciti la professione medica sia come libero professionista che come dipendente presso una qualsivoglia struttura.

Questo tipo di assicurazione permette al medico che la sottoscrive di risarcire direttamente un paziente o un collaboratore qualora quest’ultimo abbia sporto denuncia e fatto previa richiesta di risarcimento alla luce di un errore commesso dal medico.

Come avviene per l’assicurazione infermieri, l’assicurazione RC professionale medica è caratterizzata dalla possibilità di coprire tutti gli eventuali errori che è possibile commettere durante l’esercizio della professione medica, fatta eccezione per alcune specifiche azioni.

In questo modo, si tende a garantire al medico che la sottoscrive una maggiore tranquillità, in quanto, anche qualora l’istituto o l’ospedale presso cui il medico esercita non dovesse coprirlo a livello assicurativo, ci penserà la sua stessa polizza.

Tuttavia, esistono delle eccezioni e degli specifici casi in cui anche questo tipo di polizza non riesce a coprire interamente i danni provocati; vediamo quali sono.

 

Cosa NON copre l’assicurazione professionale medico?

Benché provvista della formula All Ricks, l’assicurazione RC professionale medica non copre alcune particolari categorie di danni. Di seguito, non è prevista la copertura e di conseguenza il risarcimento assicurativo in caso di:

  • Esercizio improprio della professione da parte di un medico laureato ma non ufficialmente iscritto all’Albo;
  • Incidenti, errori o omissioni avvenute prima del periodo sancito dalla copertura assicurativa;
  • Qualora si fosse stati accusati di discriminazione, violenza, abuso, razzismo o ingiuria;
  • Esercizio di pratiche mediche non previste dalla polizza;
  • Somministrazione e prescrizione di farmaci non a fini terapeutici;
  • Azioni nei confronti dei pazienti volontariamente nocive o dannose.

Il compimento di una di queste azioni non prevede in alcun caso copertura assicurativa e spetterà al medico stesso il totale risarcimento dei danni provocati.

 

Quanto costa sottoscrivere una RC professionale medica?

Per quanto riguarda i costi dell’assicurazione che occorre al medico libero professionista, è bene ricordare che essi variano secondo l’entità della professione medica esercitata. In generale, però i costi di una RC professionale medica sono al quanto onerosi e possono variare da un minimo di 1000 sino a un massimo di 30.000 euro.

Ciò che determinerà il costo effettivo dell’assicurazione sarà dunque la tipologia di specializzazione esercitata dal medico e il grado di pericolosità dello svolgimento delle sue mansioni. In sintesi, un qualsiasi tipo di chirurgo pagherà una quota maggiore rispetto a un medico dermatologo.

 

Come scegliere la migliore assicurazione per un medico libero professionista

Innanzitutto, è bene ricordare che è possibile richiedere la propria assicurazione medica sia recandosi personalmente in un’agenzia, sia online, presso i siti ufficiali delle diverse compagnie (www.ConvieneOnline.it).

Per scegliere l’assicurazione migliore rispetto alle proprie necessità, è possibile affidarsi a numerosi motori di ricerca in grado di effettuare una veloce comparazione delle varie proposte. In questo modo, sarà più facile, per il medico libero professionista, selezionare un pacchetto che si adegui al tipo di implicazioni determinate dalla sua professione avendo inoltre la possibilità di valutare anche le condizioni previste nelle formule All Riscks.

 

Assicurazione medico libero professionista in caso di colpa grave

L’Assicurazione Rc professionale medica copre, come abbiamo detto, tutta una serie di errori e negligenze non dolose accadute durante lo svolgimento della propria professione.

Di conseguenza, sono escluse tutte le implicazioni catalogate nell’ambito della colpa grave come, ad esempio, la lettura errata di una cartella o un errore commesso durante lo svolgimento di un’operazione chirurgica.

In caso di condotte definite quindi imperite sarà necessario ricorrere a un altro tipo di assicurazione, di natura personale, che il medico dovrà avere premura di stipulare qualora lo ritenesse necessario per la sua tutela e quella della sua professione.

 

A chi è rivolto questo tipo di assicurazione

Tutto questo, è bene sottolineare, riguarda strettamente l’assicurazione necessaria al medico libero professionista e non vale per medici operante esclusivamente o in ospedale pubblico o in una struttura privata.

Per questi soggetti è, infatti, previsto che siano le strutture stesse a stipulare una copertura al momento stesso dell’assunzione. Nel caso in cui foste dei medici liberi professionisti, sarà necessario stipulare obbligatoriamente la propria assicurazione avendo l’accortezza di analizzare attentamente tutte le polizze e le coperture disponibili in riferimento alle peculiarità della propria professione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *