UDU
UNIONE DEGLI UNIVERSITARI PDF Stampa E-mail
Scritto da 20 maggio   

L’UdU è una confederazione di associazioni studentesche presenti nei più importanti atenei italiani. All’Unione degli Universitari aderiscono ogni anno circa 10.000 ragazzi e ragazze attorno ad un modello organizzativo inedito in Italia: il sindacalismo studentesco.

L’UdU è stata fondata nel 1994 da un gruppo di studenti e studentesse che hanno creduto opportuno realizzare un modello associativo di stampo sindacale. La scelta del Sindacato Studentesco nasce dal riconoscimento della centralità dello studente e dei suoi bisogni, del suo essere soggetto sociale, e quindi autonomo dalla famiglia.

L’UdU porta avanti rivendicazioni orientate alla tutela dei diritti degli studenti e alla socializzazione dei loro bisogni materiali; si batte quotidianamente negli atenei per creare un sistema che garantisca il reale diritto allo studio, che dia la possibilità a chi è privo di mezzi di accedere alla formazione universitaria, che migliori le condizioni di chi studia, che assicuri a tutti gli studenti un sistema di rappresentanza in grado di promuovere la democrazia e la partecipazione studentesca in ogni ateneo, che garantisca il libero accesso al sapere.

L’Unione degli Universitari concorre con le proprie liste alle elezioni locali e nazionali per l’elezione dei rappresentanti degli studenti, conta un numero altissimo di rappresentanti eletti negli organi di Ateneo e di facoltà; inoltre l’UdU ha eletti nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e nel Consiglio Universitario Nazionale.

L’UdU è anche svago, concerti, rassegne cinematografiche, campeggi estivi, riviste, internet, cooperazione internazionale. Insomma è  il luogo ideale se vuoi essere partecipe fino in fondo del mondo in cui vivi, se vuoi divertirti, se vuoi essere informato, se vuoi sentirti impegnato. Anche quest’anno l’UdU sarà lo strumento degli studenti in difesa del diritto allo studio e del diritto ad un futuro. Dalla rappresentanza alla vertenza, dalla battaglia locale a quella nazionale, perché  l’Unione fa la forza. Anche la tua.

VAI AL SITO