SUMMER SCHOOL PDF Stampa E-mail
Scritto da 20 maggio   
Venerdì 20 Giugno 2014 09:41

SUMMER SCHOOL
18-20 Luglio 2014 Centro Studi Ecumene - Via del Cigliolo, 141 VELLETRI
 GIOVANI, FORMAZIONE e LAVORO 

Quali opportunità, quali sfide, quali strumenti per costruire un futuro meno incerto 

Il prezzo, comprensivo di vitto e alloggio da venerdì sera a domenica mattina, è di 50 euro a persona per tutto il corso. Il pernottamento sarà in singola o doppia.
Vi preghiamo di dare conferma della vostra presenza (e di eventuali amici, congiunti, ecc.) entro venerdì 27 giugno a questo indirizzo mail  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Venerdì 18 luglio Arrivi - Cena Presentazione della Summer School:
Luciana Dalu Associazione Lavoro&Welfare Emilio Gabaglio Associazione XX maggio Elvira Migliaccio Centro Ecumene
Sabato 19 luglio Ore 9.00–10.30 La Garanzia giovani: una vera opportunità?
Giorgia D’Errico, Associazione Lavoro&Welfare giovani Monica Gregori, Deputata della Commissione Lavoro Carlo Chiama, Assessore al Lavoro Provincia di Torino
Ore 10.30-12.00 Alternanza Scuola Lavoro- Esperienze a confronto
Giovanni Battafarano, Associazione Lavoro&Welfare Francesco Mantovani, Finmeccanica Mario Gorga, Enel Chiara Gribaudo, Deputato della Commissione Attività Produttive Teresa Bellanova, Sottosegretario al Ministero del Lavoro
Ore 12.00–13.00 Il Jobs Act di Obama: un’opportunità anche per l’Europa

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Giugno 2014 17:27
Leggi tutto...
 
2013: TRACOLLO DELLE PARTITE IVA INDIVIDUALI E AUMENTO DEGLI ABUSI PDF Stampa E-mail
Scritto da 20 maggio   
Lunedì 09 Giugno 2014 21:57

2013: TRACOLLO DELLE PARTITE IVA INDIVIDUALI
E AUMENTO DEGLI ABUSI

CHE COMUNQUE RIMANGONO AL 7,53 % DEL TOTALE


PARTITE IVA INDIVIDUALI: DATI 2013

L’Osservatorio dei Lavori dell’Ass. 20 maggio, ha elaborato i dati Istat, prendendo a riferimento i lavoratori autonomi con partita iva, con esclusione delle imprese, dei collaboratori a progetto e di coloro che hanno dipendenti o collaboratori.

Questi lavoratori ridefiniti partite iva individuali erano nel 2013 3.266.000, diminuiti di 103.000 rispetto al 2012 e meno 176 mila rispetto al 2008.

Il calo del 2013 è più accentuato degli altri anni di crisi e, probabilmente, lo si deve oltre che ai continui effetti della crisi anche agli effetti della riforma Tremonti sui contribuenti minimi iniziata nel 2011 e che sta gradualmente cominciando ad vere effetti d'esclusione dal regime agevolato in cui si può permanere solo nei primi 5 anni d'attività. La perdita del regime agevolato costringe molti professionisti a chiudere l'attività. Non sembra avere avuto effetti sull'occupazione la Riforma Fornero del lavoro che ha formalmente irrigidito alcuni indicatori per evitare gli abusi, che al contrario delle aspettative sono aumentati, anche per via del forte travaso avvenuto con la perdita di molti posti di collaborazione a progetto trasformati forzatamente in partite iva.  

I MONOCOMMITTENTI

Nel 2013 i monocommittenti sono diminuiti in parallelo alla diminuzione complessiva di questi lavoratori passando dai 797.000 del 2012 ai 772.000 dello scorso anno con una diminuzione di 25 mila addetti.

Nel 2013 i monocommittenti rappresentano il 23,63% dell'insieme delle Partite Iva individuali.

Negli anni tra il 2008 e il 2013 la presenza di lavoratori con un solo cliente (monocommittenti) è in media negli ultimi 6 anni di 797.666. Nel confronto con la media totale dei lavoratori con partita iva individuale nello stesso periodo 3.383.166 i monocommittenti rappresentano il 23,57%.

I PLURICOMMITTENTI

Leggi tutto...
 
PRESENTAZIONE LIBRO: STORIE PRECARIE PDF Stampa E-mail
Scritto da 20 maggio   
Mercoledì 28 Maggio 2014 11:44

      

PAROLE, VISSUTI E DIRITTI NEGATI

 DELLA GENERAZIONE SENZA

Presentazione del libro 

STORIE PRECARIE

 

di Patrizio Di Nicola, Francesca della Ratta-Rinaldi,
Ludovic
IoppoloSimona Rosati

 

 Parlano i lavoratori vittime della precarietà

Roma, lunedì 30 giugno, ore 18

la Feltrinelli libri e musica, Galleria Colonna - Roma


Gli autori ne parlano con

Andrea Dili, Associazione XX maggio

Stefano Fassina, Parlamentare PD

Roberto Mania, la Repubblica


Fare parte della «generazione senza» significa non potersi permettere progetti di vita, non avere diritti elementari, stare peggio dei propri genitori pur avendo studiato di più. Si vive ai margini del mercato del lavoro vedendosi negata una parte importante della propria identità.

Ultimo aggiornamento Venerdì 20 Giugno 2014 17:31
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 80