IL NUOVO MONDO


Perché Il Nuovo Mondo PDF Stampa E-mail
Scritto da Mattia Zunino   

Perché Il Nuovo Mondo

Credo che la domanda più interessante stia nel perché abbiamo deciso, come Giovani Democratici, di buttarci in questa avventura, nel perché decidiamo proprio oggi in questa "tempesta perfetta", e non magari tra qualche mese quando le acque potrebbero essere -forse- più calme, di aprire un blog dove poter discutere, riflettere, pensare. Credo che il punto sia proprio questo. Proprio perché la situazione è così grave; proprio perché in queste ultime due settimane quelle poche certezze superstiti della disfatta elettorale sono capitolate di fronte alla schizofrenia di un partito che scopriva, durante l'elezione della più alta carica dello stato, la fragilità -ad esser generosi- del suo gruppo dirigente e vedeva emergere problemi che da tempo covavano sotto le ceneri; proprio perché il disastro al quale stiamo assistendo potrebbe in qualche modo giustificare un abbandono disordinato e scomposto della nave ormai alla deriva; proprio per questi motivi, dobbiamo muovere nella direzione esattamente opposta: capire i problemi, riavviare le macchine e riprendere il largo.

Serve andare controcorrente. Mentre intorno a noi sembra tutto un dilagare di spinte auto-conservative, di interessi individuali che mirano ad occupare vuoti di potere, noi dobbiamo lavorare, attraverso uno sforzo collettivo, alla rifondazione della nostra comunità politica riaffermando la centralità della conoscenza, dell'approfondimento dei temi, della formazione e dell'elaborazione politica. Dobbiamo collaborare alla creazione di un tessuto politico profondamente rinnovato in grado di riflettere e dare risposte a quelle domande fondamentali che per pigrizia, incapacità o calcolo di bottega, sono state lasciate, purtroppo, senza risposa.

Servirà uscire dalla spirale -reale o percepita come tale- del pensiero unico e dominante che porta la politica e noi stessi a soccombere in una asfissiante dialettica nuovo-vecchio dove non esistono più differenze, dove gli opposti si eguagliano, dove destra e sinistra divengono egualmente categorie del passato superate e svuotate di senso, dove il voto assume la forma di una procedura pleonastica evitabile perché, se tutti sono uguali, allora tutti saranno egualmente incapaci di incidere sulle ingiustizie e sui problemi che questo tempo porta con se.

E’ venuto il tempo in cui limitarsi a segnalare i guasti ai meccanismi del sistema in cui viviamo non basta più, occorre ingegnarsi e sforzarsi di mettere in moto la macchina. Servirà per questo ripensare le basi stesse del nostro agire politico, servirà capire chi siamo, chi vogliamo rappresentare e quale modello di società immaginiamo di poter realizzare.

IlNovoMondo non vuole essere un semplice blog, ma uno strumento di pensiero e di lotta che sia in grado di inserirsi nella situazione profondamente nuova e complessa che la nostra organizzazione sta affrontando. Da una parte l’assoluta novità dell’impegno parlamentare che apre possibilità di incidere sui processi, dall’altra il dovere di occupare la prima linea nella rifondazione della nostra comunità politica. Un compito tanto ambizioso quando inderogabile al quale noi tutti saremo chiamati nei prossimi mesi.
Mattia Zunino 

VAI AL SITO