PUNTO E A CAPO di Silvia Del Vecchio

     Punto e a capo: una rubrica in genere

Punto e a capo è uno spazio di confronto e di comunicazione con il quale contribuire al dibattito sull’attualità politica e sociale attraverso la lettura di genere dei processi in atto.

Il nome riprende il titolo da una mostra della fumettista Pat Carra, non soltanto perché ammiro il suo lavoro ma, anche, perché ho apprezzato il fatto che dietro la mostra ci fosse un progetto equo e solidale realizzato con alcune donne indiane, un’idea di cooperazione e di lavoro tra donne di diversi paesi. Uno spirito di costruzione delle identità soggettive e collettive attraverso i continenti e la storia di ognuna. Un pezzo di contemporaneità dal quale trarre l’ispirazione per la ricerca di nuove forme di partecipazione al nostro tempo.

Buona ricerca a tutte e tutti.

a cura di Silvia Del Vecchio *
(* Esperta di formazione e politiche di genere)




Ripartire dal lavoro per ricostruire l’Italia. PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvia Del Vecchio   

Il primo settembre scorso, la Festa del Lavoro di Piombino ha ospitato lAssemblea dei Circoli del Lavoro del Pd, organizzata dal Dipartimento Economia e Lavoro.L’associazione 20maggio ha partecipato all’iniziativa.

Di seguito pubblichiamo l’articolo sulla giornata a cura di Silvia del Vecchio.

    

Ripartire dal lavoro per ricostruire l’Italia.

Leggi tutto...
 
Formazione e contrattazione PDF Stampa E-mail
Scritto da 20 maggio   

FORMAZIONE E CONTRATTAZIONE

Il seguente saggio è un estratto del libro, Diritto di Donna. Genere e diritti nelle politiche formative, Ediesse 2011.

Il libro nasce dalla collaborazione con il Dipartimento di Formazione e ricerca della CGIL e i ricercatori dell’ISFOL e della società Lenove, con l’obiettivo di approfondire i temi delle politiche formative e della contrattazione sindacale in una prospettiva di genere, in considerazione soprattutto dei cambiamenti che hanno investito l’Italia e l’Europa dopo il fallimento della Lehamn Brothers. Nel 2010 è stato organizzato un workshop diviso in due tavoli, il primo sul rapporto tra le politiche attuate in Italia e il FSE, il secondo inerente al rapporto tra il sindacato, i piani formativi e le pari opportunità, ossia: come va il rapporto tra le donne e la CGIL?

Nel saggio è possibile trovare alcune sollecitazioni scaturite dal dibattito partecipato grazie alla presenza di molte delegate e studiose. Vi sono elementi di riflessione che incitano un mutamento dell’approccio e delle scelte da mettere in campo oggi, non domani. Non si tratta di spartiacque tra gli uomini e le donne, tra i lavoratori e le lavoratrici, è necessario ridiscutere i modelli culturali e associativi di riferimento per attrezzarsi di strumenti utili a un’organizzazione pluralista della società. Non è semplice, ma da qualche parte bisogna pur cominciare.

Buona lettura.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3