Il trading online funziona veramente? O è una truffa?

In questo articolo si cercherà di rispondere ad alcuni quesiti ed ad alcune perplessità che aleggiano attorno al mondo del trading online.

Cos’è il trading online

dati trading online
Dati statistici del trading online

Con il TOL si intendono l’attività di compravendita di strumenti finanziari tramite la rete Internet.

Questa tipologia di servizio, che in Italia viene regolamentata a partire dalla fine degli anni novanta, permette di acquistare e vendere attraverso il web strumenti finanziari, come obbligazioni o acquisti.

Il trading online presenta numerosi importanti vantaggi, tra cui la possibilità fornita alla persona investitrice di potersi informare sull’andamento del titolo in questione, con l’utilizzo, ad esempio, di grafici esemplificativi, o la possibilità di richiedere allo stesso investitore dei minori costi di commissione, che andremo ad esaminare in seguito.

Storia del trading online

Nel 1995 nasce Directa Sim, il primo operatore in grado di offrire una piattaforma di trading online in Italia.

Nel 1999 avviene la vera e propria regolamentazione del TOL in Italia, a seguito dell’emanazione, da parte della Consob, del Nuovo Regolamento di attivazione del Testo Unico dei Mercati Finanziari: da questo momento si è iniziato ad assistere ad un vero e proprio boom dei piccoli investitori, a cui ha sicuramente contribuito in maniera sostanziale lo sviluppo dell’home banking.

Dal 2003 sono stati attivati i primi servizi di trading online mobile mentre, negli ultimi anni, in Italia sono giunti degli operatori che consentono di operare tramite CFD ( illustreremo nel paragrafo seguente di cosa si tratta ), i quali consentono agli investitori di guadagnare sia dal rialzo che dal ribasso del prezzo di un’attività sottostante.

Le varie tipologie di trading online

forex trading online
Trading online e Forex Market

Nel momento in cui si decide di puntare nel mondo del TOL è necessario decidere con oculatezza su cosa investire: esistono infatti moltissimi e molto diversi tra loro tipi di mercato all’interno dei quali andare ad operare.

La scelta migliore in senso assoluto non esiste ma la scelta deve essere fatta in base all’interesse ed alla competenza della figura del trader.

Il mercato Forex è, senza ombra di dubbio, quello più frequentato e ricco e le cui attività di scambio coinvolgono, mediamente, più di duemila miliardi di dollari ogni giorno. La sua fortuna ed il suo successo si devono in particolar modo al fatto che non richiede ingenti investimenti per iniziare ad operare nè una pregressa competenza nel settore del trading online.

Il Forex market attira in particolare i piccoli investitori, in quanto a questi ultimi viene offerta la possibilità di guadagnare dalla fluttuazione del valore delle coppie di valute.

I Futures rappresentano una scelta di contratto molto interessante, in quanto essi sono negoziabili: sono contratti standard che vengono solitamente negoziati sui mercati, secondo regole ben precise e che implicano un impegno all’acquisto alla data di scadenza ed al prezzo stabilito.

I Futures vengono usati per le speculazioni, quando l’investitore punta a guadagnare dalla fluttuazione dei mercati, ma anche per fare hedging, cercando quindi di limitare i rischi di fluttuazione degli asset.

Le opzioni binarie vengono considerate dagli esperti la soluzione più semplice per fare trading online e per cercare di ottenere un profitto, attraverso appunto un sistema binario che si compone di due parti: una vende e l’altra acquista rispettando un contratto rigoroso.

Il tutto si svolge attraverso le piattaforme di trading, che hanno il ruolo di un intermediario tra il mercato finanziario vero e proprio ed il trader.

Per cercare di guadagnare con le opzioni binarie è necessario investire sulla discesa o sulla salita del prezzo comparato a quello del mercato all’interno del quale si opera.

I CFD ( i cosiddetti contratti per differenza ) sono dei particolari strumenti finanziari derivati il cui prezzo deriva, appunto, dall’asset a cui essi sono legati: con i CFD si può trattare i prodotti senza possedere in maniera concreta l’asset a cui sono legati.

Il grande vantaggio di questa tipologia di trading è che non sono previste commissioni e neppure il pagamento di alcuna tassa dato che, come detto prima, non si possiede alcun bene.

Vantaggi del trading online

trading mobile
Persona che utilizza il cellulare per attività di trading

Uno dei primi vantaggi del TOL è quello di poter investire, anche allo stesso tempo, su asset diversi.

E’ possibile, ad esempio, acquistare azioni di società o di aziende; investire sugli indici azionari, cercando di prevedere il loro movimento; investire sulle commodities, ovvero sulle materie prime, realizzabili attraverso l’acquisto di materie prime fisiche o tramite CFD; guadagnare prevedendo il movimento di prezzo delle più importanti coppie di valute, come l’euro – dollaro o l’euro – sterlina.

Il trading online fornisce la possibilità di guadagnare da casa 24 ore su 24, investendo il denaro attraverso piattaforme gratuite e disponibili a tutti: l’importante è conoscere l’orario di apertura dei mercati internazionali (e qui un elenco alle migliori piattaforme forex: https://www.filippomartin.com/migliori-piattaforme-forex/)

Sono presenti numerosi strumenti che permettono di tenere sotto controllo i rischi, evitando di dissipare i guadagni faticosamente accumulati: i cosiddetti take profit, stop loss e trailing stop.

Il take profit è lo strumento che permette di stabilire un tetto massimo di guadagno per singola operazione; lo stop loss permette di stabilire una perdita massima per ogni investimento compiuto ( è lo stesso sistema del take profit, solo che si basa sulla perdita e non sul guadagno ); il trailing stop è sostanzialmente un sistema di stop loss più avanzato, il cui utilizzo è consigliato agli investitori che hanno una consolidata esperienza con lo stop loss più classico.

Un ulteriore vantaggio del sistema TOL è che le loro commissioni siano veramente ridotte, addirittura alcuni broker operano a commissioni zero, in quanto ormai essi guadagnano in maggior parte dallo spread, ovvero dalla differenza tra quelli che vengono definiti come il prezzo di vendita ed il prezzo di acquisto.

Infine si può dire che il sistema di trading online possa davvero portare a guadagni sostanziosi, anche illimitati teoricamente, nonostante non si possegga una somma particolarmente elevata nell’investimento iniziale: ciò si rende possibile dall’utilizzo dello strumento della leva finanziaria, un prestito che l’investitore riceve dal broker per accrescerne la disponibilità economica, che va utilizzata però in maniera intelligente.

Rischi del trading online

rischio trading
Persona che valuta l’andamento del rischio nelle attività di trading

In questa parte andremo ad esaminare i rischi presenti nell’enorme mondo del trading online. Uno di quelli più frequenti è la convinzione di poter sempre investire correttamente: ovviamente non sarà così ma, se ci si vuole avvicinare al mondo del trading online, è necessario preventivare delle perdite.

Un’altra errata convinzione è quella che porta a credere che, investendo un’ora del proprio tempo, ci si possa arricchire facilmente e velocemente: nulla di più sbagliato poichè le persone che arrivano a vivere solo grazie all’attività di trading sono individui che hanno cumulato negli anni un’elevata esperienza nel settore.

Un buon investitore non può fossilizzarsi sempre sulla stessa tecnica di investimento, perchè magari ha portato degli ottimi risultati in alcune circostanze: il mercato azionario online è estremamente flessibile e dinamico, all’interno del quale non esistono tipologie di investimento standard: una strategia redditizia oggi potrebbe rivelarsi fallimentare all’indomani.

Uno degli errori più comuni e che può rivelarsi estremamente dannoso è la scelta del broker dove operare: quest’ultimo è un elemento fondamentale della vostra strategia investitoria e per questo va scelto con ponderatezza, senza farsi ingannare da bonus appariscenti che ci illudono a facili profitti.

Si suggerisce quindi di affidarsi a broker approvati e regolamentati dal CONSOB, l’autorità nazionale che si occupa di tutelare gli investitori, che sorveglia sull’efficienza, sulla sicurezza e sulla trasparenza del mercato. Meglio se tali broker garantiscano anche piattaforme complete e servizi di versamento e prelievo rapidi ed efficienti.

Ma il trading online è una truffa?

trading truffa
Rappresentazione grafica di attività di trading tramite pc

In molti si interrogano sull’effettivo funzionamento del trading online, chiedendosi se le truffe o gli inganni non siano dietro l’angolo, in particolar modo dopo aver visto alcuni servizi televisivi che potrebbero portare a credere che il TOL sia sostanzialmente tutta una truffa e facendo intendere come esso non sia un’attività conveniente e redditizia.

Tuttavia la truffa vera e propria non sta dietro l’attività di trading in sè, ma si cela dietro alle innumerevoli pubblicità ingannevoli che inondano le nostre pagine web promettendo invitanti guadagni, il tutto sponsorizzato dalla piattaforma di trading di turno.

Il trading online è a tutti gli effetti un’attività imprenditoriale con cui si vanno a muovere i propri soldi all’interno dei vari mercati, scegliendo di volta in volta se investire su valute, aziende o altro.

Le frodi che possiamo trovare nelle pubblicità o nella nostra casella di posta sono tra le più disparate ma l’intento comune è sostanzialmente sempre lo stesso: vengono promessi guadagni assolutamente irraggiungibili in intervalli di tempo così ridotti tramite l’utilizzo di sistemi completamente automatici.

Sicuramente l’esempio più celebre è il Dubai Lifestyle App, che viene sponsorizzata come un applicazione miracolosa, in cui l’autore dichiara di aver investito denaro.

Diffidate da questi sistemi, in quanto è noto come sia impossibili raggiungere guadagni mirabolanti in poche ore, senza tra l’altro fare assolutamente nulla.

Come evitare le truffe?

truffe trading da evitare
Persona preoccupata di una potenziale truffa

E’ sbagliato quindi considerare l’intero mondo del trading online come una truffa, in quanto la possibilità di guadagno reale sono concrete e, dopo un’adeguata formazione, possono essere raggiungibili per tutti.

E’ importante sapere come evitare le truffe: oltre a diffidare dalle piattaforme descritte in precedenza che prometto guadagni mirabolanti senza pressochè muovere un dito, è importante affidarsi all’ente CONSOB, di cui abbiamo già parlato sopra: il consiglio è quello di registrarsi ad un broker regolamentato dalla stessa autorità, sinonimo di trasparenza e sicurezza nei propri investimenti.

Se un broker risulta iscritto al CONSOB sta infatti a significare che è stato sottoposto ad un’attenta analisi e garantisce quindi la migliore affidabilità possibile da un broker online: scegliendo quindi di fare trading online affidandosi ad un broker registrato a CONSOB non si può venire truffati e si viene quindi tutelato in qualsiasi caso.

Un ulteriore consiglio è quello di consultare i forum all’interno dei quali si radunano esperti e amanti del trading online, in modo da raccogliere opinioni, consigli od esperienze personali. Anche qui è importante prestare attenzione alle recensioni di broker completamente inaffidabili, in quanto magari svolte da operatori alle prime armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *