Italia – Ucraina pareggiano1 a 1 nell’amichevole per Genova

E’ il risultato finale del match amichevole di scena a Genova, questa sera, terminato per 1 a 1. Qualcosa continua a non funzionare nel nuovo ciclo azzurro e l’Italia continua a non trovare la vittoria e anzi, continua a segnare massimo un goal, nell’era Mancini in una sola occasione l’Italia ha segnato più reti, nel match sempre amichevole contro l’Arabia Saudita del 28 maggio 2018. L’Ucraina allenata da una vecchia conoscenza del calcio italiano, Shevchenko, non è indomabile e non ha mai vinto contro l’Italia negli ultimi 7 match, con 6 vittorie per gli azzurri e un solo pareggio. Il match era un importante banco di prova per la prossima gara di Nations League contro la Polonia, in Polonia, del prossimo 14 ottobre da giocare con i bonus bookmakers,  e dopo il risultato di questa sera sicuramente gli amanti del calcio e i tifosi azzurri non saranno proprio tranquilli, vedendo sempre più vicino lo spettro della retrocessione in B nella nuova competizione europea.

Al 43esimo tutti fermi per le vittime del ponte Morandi

Unica nota positiva della serata la grande generosità del calcio per il popolo di Genova. Al minuto 43 si sono fermati tutti per un minuto per onorare proprio la memoria delle 43 vittime della tragedia del viadotto. Sul maxischermo è apparsa la scritta “Genova nel cuore”, scritta presente anche sulle magliette dei bambini che hanno popolato lo stadio. 12 mila sono stati gli spettatori per un incasso totale di 105.000 euro. L’incasso andrà in beneficenza agli orfani del Ponte Morandi. Tante le autorità e i volti noti del calcio e delle istituzioni in tribuna insieme nel ricordo e per il cuore di Genova.

Il Match

Ennesimo appuntamento rinviato con la vittoria che ormai manca da 5 mesi sia in amichevole che in gare ufficiali. L’ultima è proprio Italia – Arabia Saudita conclusasi 2 a 1 a favore degli azzurri. Un’Italia tutto sommato bella, più convinta e spregiudicata con il tridente Chiesa-Insigne-Bernardeschi e più convincente rispetto alle ultime uscite ma ancora fragile e discontinua. In goal Bernardeschi per l’1 a 0 al 55esimo minuto di gioco ma 7 minuti dopo arriva subito il pareggio degli ucraini con Malinkovsky. Tanti i cambi nelle squadre, 6 quelli italiani tutti nella ripresa, entrano Immobile, Bonaventura, Pellegrini, Berardi, Piccini e Criscito per Bernardeschi, Verratti, Barella, Insigne, Florenzi e Biraghi ma a parte gli uomini non cambia più nulla. Italia – Ucraina al triplice fischio si conclude con un pareggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *