Il trading online di cfds: cos’è e come funziona?

Con CDF (Contract for Differenze) si definiscono i Contratti di Differenza, ossia una forma di derivati di trading per realizzare un potenziale profitto sul sali/scendi di alcuni prodotti presenti sui mercati finanziari, come azioni, indici, valute, obbligazioni e materie prime.

Come funzionano i CFD?

Per prima cosa devi sapere che quando scambi in CFD non acquisti o vendi l’attività sottostante (per esempio una valuta, una merce o un’azione fisica). Appoggiandoti ad un broker, potrai vendere o acquistare uno specifico numero di unità di un determinato prodotto a strumento su diverse migliaia di mercati. La tua scelta sarà fatta in base ad una previsione di aumento o diminuzione dei prezzi.

Per stabilire il tuo guadagno si prende ogni punto del prezzo, dello strumento prescelto, a tuo favore e si moltiplica per il numero di unità acquistate o vendute. Se il punto è a tuo svantaggio, ovviamente, avrai una perdita. Per avere tutte le informazioni dettagliate dell’argomento è bene visitare www.guidatradingonline.net 

Il trading con CFD ha dei costi?

Come tutte le negoziazioni, anche quelle su CFD hanno un costo da sostenere: quello dello spread che è la differenza tra il prezzo al momento dell’acquisto e quello della vendita. Minore è lo spread, minore è la spesa che dovrai sostenere a favore del broker e il tuo profilo netto sarà maggiore.

Inoltre, alla fine di ogni giornata di negoziazione (che è fissata alle ore 17 di New York), ogni posizione aperta sul proprio account  può essere soggetta a “commissioni di finanziamento”. Questa commissione può essere positiva o negativa a secondo della direzione della posizione de del tasso di finanziamento applicabile.

La Commissione di accesso ai dati di mercato è applicata sui dati di mercato rilevanti. In aggiunta ci sono le commissioni per la negoziazione dei CFD, in base alla piattaforma presso cui hai acceso il tuo account.

Come si esegue una transazione CFD?

Per rendere più comprensibile il funzionamento dei CFD, procediamo con un esempio: acquisto di una quota societaria in un mercato rialzista. Prendiamo la società XYZ che opera a ¾ (3 è il prezzo alla vendita e 4 quello dell’acquisto) lo spread corrisponde a 1. Sei convinto che il prezzo delle azioni della società salirà quindi decidi di aprire una posizione a lungo termine acquistando 5000 CFD (o unità) al prezzo di 4. Una commissione  verrà applicata all’apertura della transazione (in genere lo 0,06% sul totale della transazione quindi 5.000 x 4 € = € 20.000x 0.06%).

La XYZ ha un margine del 3% quindi devi depositare solo il 3% del valore totale della transazione come margine di posizione (quindi il 3% di 20.000  = 600 €). Se il prezzo dovesse cambiare a tuo svantaggio, la perdita potrebbe essere superiore al margine di 600 € perché le perdite si basano sul valore totale della posizione.

Partiamo con la prima situazione in cui ipotizziamo una transazione vincente. Ammettiamo che la tua previsione sia giusta e che il prezzo sia aumentato nelle settimane seguenti , raggiungendo i 5/6. Decidi di chiudere la transazione vendendo a 5 (il prezzo di vendita corrente). Alla chiusura della transazione viene applicata una commissione uguale a quella di apertura (ma varierà la cifra perché calcolata su 25.000 € e non 20.000). Il prezzo è cambiato di 1 € a tuo favore. Moltiplicando questo per le unità acquistate otterrai il totale del tuo profitto. Da questo dovrai togliere le commissioni di outward e quella sul rendimento e otterrai l’utile netto.

Nel secondo caso, invece, ipotizziamo una transazione  perdente. La tua previsione non ha dato buoni frutti e il prezzo della società XYZ è sceso raggiungendo 2,5/3,5. Visto che pensi che il prezzo possa diminuire ancora, decidi di por fine alle tue perdite e vendi a 2,5 per chiudere la transazione. Hai perso 1,5 € per unità, quindi moltiplicando unità (5000) per perdita (che in questo caso è di 1,5 €) otterrai la cifra della tua perdita che ammonta a 7500 €. A questi devi aggiungere le commissioni anche le commissioni. la perdita è molto più elevata del margine poiché viene calcolata sul totale della transazione.

Come avrai potuto ben vedere, tutto si basa sulla previsione di salita o discesa, ma per fare questo bisogna essere ben preparati ed affidarsi a piattaforme di broker specializzati, pronti ad assisterti nelle tue scelte, aiutarti in caso di dubbi. Se sei un principiante,  devi essere formato e devi avere la possibilità di fare esperienza con un conto demo senza incappare in perdite del tuo capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *